Orgasmo femminile : alcuni modi per aumentarle il piacere!

Chat_per_Adulti

L’ orgasmo femminile è un’appagante sensazione di piacere che si raggiunge solo con il coinvolgimento mentale.

 

A seconda delle stimolazioni che lo provocano, possono esserci diversi tipi di orgasmo femminile.

Se vuoi provare delle sensazioni intense ed appaganti devi allontanare la mente in modo totale da tutti i problemi che ti circondano; quindi, chiudi la porta a chiave e lascia il resto del mondo fuori.

Che inizino le danze.
– Il I orgasmo femminile è quello classico, esplosivo ed è caratterizzato da un unico orgasmo che è molto intenso, accompagnato da potenti contrazioni dei muscoli perianali e pubococcigei, a cui seguono un rilassamento immediato e un’ipersensibilità.

Con l’aiuto del tuo partner che continuerà le stimolazioni, sei solo all’inizio, perché ti aiuterà ad aumentare la tua capacità di provare piacere.

– Il II tipo di orgasmo femminile è costituito da un primo orgasmo intenso seguito da altri più brevi e di potenza minore. Il piacere si manifesta con un grido e poi con un’ eco, concludendosi in un’appagante tranquillità.

Per ampliare le sensazioni che stai provando, il segreto è quello di lasciarti andare completamente, dimenticando ogni pensiero. Non importa chi lui sia, ma in questo momento, rappresenta l’oggetto del tuo desiderio.

L’orgasmo femminile del III tipo è quello costituito da una serie di picchi di minore intensità e meno esplosivi, ma che sono uno successivo all’altro ad intervalli ravvicinati. E’ quello che gli esperti chiamano il treno di contrazioni che ti fanno sentire in orbita. Non ha mai fine fiché hai energia.

Per ampliare ancora le tue sensazioni, come spiega una ricerca, mentre con l’autoerotismo, l’orgasmo si raggiunge attivando le aree cerebrali relative al controllo e all’immaginazione e occorre una certa concentrazione mentale, in compagnia del partner quelle zone si disattivano e bisogna essere concentrati a livello fisico e abbandonarsi alle sensazioni che sa procurarti il tuo uomo.

– Lasciandoti andare, il piacere sale ancora fino a raggiungere l’orgasmo di livello superiore. E’ il caso dell’orgasmo del IV tipo, chiamato orgasmo tantrico. Si tratta di un breve orgasmo, seguito da altri più brevi, ma intensissimi.

Questo tipo di orgasmo non ha contrazioni muscolari, ma è un orgasmo totalizzante che sconvolge tutto il corpo e la mente, si raggiunge uno stato di estasi. Si chiama petite morte, la piccola morte.

Questo momento può essere lungo e ti permette di immergerti completamente in questo presente.

Se non sei predisposta mentalmente, nessuna stimolazione fisica potrà funzionare, come le donne che hanno dei blocchi psicologici che non le permettono di raggiungere l’orgasmo (vedi il caso della frigidità). L’orgasmo onirico è quello che si può raggiungere durante un sogno erotico, quindi solo con la fantasia.

– L’orgasmo auto indotto si ha quando puoi con il pensiero visualizzare fantasie erotiche e contrarre spontaneamente e ritmicamente la muscolatura pubo-coccigea o esagerando con gemiti e movimenti tipici dell’orgasmo.

Non devi sottovalutare le tue potenzialità e se durante un rapporto unisci tanti stimoli assieme, il tuo piacere continua, raggiungi un livello molto alto ed è un coinvolgimento mentale senza fine. L’orgasmo combinato è tutto questo ed è l’insieme di tante stimolazioni fisiche come la stimolazione dei capezzoli, dei baci sul collo e l’introduzione di un dito nell’ano durante il rapporto sessuale. Sono tutti gesti naturali e totalizzanti di un rapporto appagante.

Naturalmente devi avere la giusta collaborazione del partner che deve avere le capacità, ma che tu devi sapergli dare i segnali giusti.

E’ il momento dell’orgasmo femminile clitorideo a cui sono legate sensazioni più esplosive. Si accede attraverso la stimolazione diretta del clitoride che è la principale zona erogena femminile e poi l’orgasmo femminile vaginale a cui si arriva con il rapporto sessuale o solo con le dita ed è caratterizzato da sensazioni più avvolgenti e prolungate.
punto g-3
E’ provocato da una stimolazione indiretta delle radici del clitoride che si trovano nei pressi della vagina oltre che allo sfregamento delicatissimo del clitoride.

Sei ora arrivata all’orgasmo raggiunto attraverso la stimolazione del punto G ed è un misto fra la sensazione di urinare e un piacere acuto e si conclude con l’espulsione di un liquido, la cosiddetta eiaculazione femminile. Per raggiungere questo tipo di orgasmo, bisogna esercitare delle pressioni con le dita o avendo il rapporto assumendo certe posizioni dove il punto G viene particolarmente stimolato.

– L’orgasmo femminile anale, spesso non gradito perché non si pratica con le dovute accortezze, ha come responsabile il PS Spot che è simile al punto G, ma si trova tra la vagina e il retto.
La stimolazione di questo punto ti aiuta a raggiungere l’orgasmo ed è molto piacevole anche perchè con la doppia stimolazione puoi raggiungere l’apice del godimento.

La stimolazione anale non è l’unico modo in cui si può giocare il PS spot; mentre avviene una stimolazione per via vaginale, stando seduti, uno di fronte all’ altra, il pene va a battere sulla parete posteriore. Potete usare anche le dita o un sex toy ricurvo.

orgasmo femminile 1

Comments

comments

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*